Tour di gruppo: Giordania

GIORDANIA
Terra di antica storia e nuovi orizzonti
8 giorni / 7 notti

AMMAN, JERASH, MADABA, MT. NEBO, PETRA, WADI RUM, MAR MORTO

GUIDA locale parlante italiano
PASTI INCLUSI pensione completa (colazioni, pranzi, cene)
TOUR DI GRUPPO CON ACCOMPAGNATORE D’ AGENZIA

La Giordania ha una lunga tradizione di ospitalità verso i viaggiatori, dai tempi in cui le carovane di cammelli percorrevano la leggendaria Strada dei Re trasportando incenso in cambio di spezie. Mercanti nabatei, legionari romani, armate musulmane e agguerriti crociati hanno tutti raggiunto questa terra, lasciando dietro di sé monumenti spettacolari, fra cui teatri romani, castelli crociati e mosaici cristiani, che avrebbero più tardi attirato i viaggiatori affascinati dalla storia antica o alla ricerca delle origini della fede.

 

Operativo voli

12/03      BOLOGNA – AMMAN           15:30 – 20:05

19/03      AMMAN – BOLOGNA           20:30 – 23:35

1 bag. a mano tipo borsa/zainetto (dimensioni 40x20x20 cm) per persona +  1 bag. per persona da 20 kg

 

 

Programma di viaggio

12 Marzo – Italia / Amman

Partenza con navetta da Verona e Belluno in direzione dell’aeroporto in tempo utile per il volo in partenza da Bologna.

Arrivo all’aeroporto di Amman “Queen Alia”, disbrigo delle formalità doganali e trasferimento in hotel. Cena e pernottamento.

Trattamento: cena.

 

13 Marzo – Amman / Castello Di Ajloun/ Jerash / Amman

Colazione in hotel. Visita mattutina di Jerash, la “Pompei del Medio Oriente”, esempio perfettamente conservato di civiltà Romana. Si entra attraverso la Porta Monumentale Sud, si prosegue nella Piazza Ovale circondata da colonne, si visita il Teatro Romano e le Chiese Bizantine con la pavimentazione a mosaico. Passeggiata lungo la strada principale chiamata Cardo e si potrà ammirare il Ninfeo. Proverete l’acustica meravigliosa del teatro, palcoscenico del festival della musica di Jerash che si svolge ogni anno. Vedrete di persona come i Romani costruirono le colonne antisismiche della strada colonnata. Proseguimento per Ajloun, per poter visitare il suo splendido castello. Un castello militare del 12° secolo usato dalle truppe islamiche di Saladino per proteggere la regione contro i crociati e per porre sotto il controllo della città l’itinerario stradale che univa Damasco all’Egitto. Pranzo in corso di visite. In serata rientro ad Amman, cena e pernottamento in hotel.

Trattamento: prima colazione, pranzo e cena.

 

14 Marzo – Amman / Castelli Del Deserto/ Amman

Colazione in hotel. Visita mattutina dei Castelli del Deserto Orientale: i Romani non erano affatto spaventati dal clima della zona desertica e costruirono una serie di fortezze lungo il confine della loro nuova provincia Araba. La maggior parte dei Castelli che si possono visitare oggigiorno sono stati costruiti dai Califfi durante il periodo degli Omayyadi. Alcuni sono decorati con raffinati mosaici, affreschi, sculture in pietra, stucco e illustrazioni. Questi Castelli del Deserto rappresentano una testimonianza silenziosa e impressionante della ricca storia della Giordania. Si visitano in particolare tre dei Castelli del Deserto meglio conservati nei secoli: Qasr al-Kharaneh è il più grande e riccamente decorato Castello degli Omayyadi in Giordania, è una grande fortezza quadrata, circondata da mura con torri circolari su ogni lato. Si visita poi Qusayr Amra, le cui pareti ed i soffitti interni sono ricoperti da vivaci affreschi e due delle sue stanze sono pavimentate con mosaici colorati. Ed infine visita a Qasr al-Azraq, il castello costruito in basalto nero. Rientro ad Amman per il pranzo, pomeriggio dedicato alla Città vecchia di Amman, cena e pernottamento in hotel.

Trattamento: prima colazione, pranzo e cena.

 

15 Marzo – Madaba / Monte Nebo / Strada dei Re / Kerak Castle / Petra

Colazione in hotel. Partenza e visita di Madaba che custodisce una delle chiese più spettacolari al mondo: la Chiesa di San Giorgio, dove si trova il celebre e spettacolare pavimento decorato con un mosaico raffigurante la più antica mappa di Gerusalemme. Proseguimento per il Monte Nebo, il luogo dove Mosè vide la Terra Promessa e dove venne sepolto.

Pranzo in corso di escursione e proseguimento verso la città Kerak, capitale del regno biblico di Maob. Arroccata in cima ad una ripida collina, Kerak è una città a maggioranza cristiana dominata dal castello crociato più grande e meglio conservato della regione. Proseguimento verso Petra e all’arrivo, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Trattamento: prima colazione, pranzo e cena.

 

16 Marzo – Petra

Colazione in hotel. Giornata dedicata alla visita della splendida città nabatea di Petra, dopo aver attraversato uno straordinario corridoio naturale chiamato Siq, si giunge quindi a Al-Khazneh (“Tesoro”), il cui stesso nome deriva dalla leggenda in cui un faraone egizio decise di nascondere qui il suo tesoro, nel sepolcro posto al livello superiore. La città perdura di Petra, scavata interamente nella roccia tra le montagne rosa e rosse, mette a dura prova l’immaginazione. Le ricchezze naturali delle montagne, si combinano con la cultura e l’architettura dei Nabatei, i quali scavarono i loro teatri, templi, facciate, tombe, monasteri, case e strade nella roccia. Pranzo e proseguimento delle visite con le tombe ed il teatro e una passeggiata a dorso di un cavallo per l’accesso al Siq.

Trattamento: prima colazione, pranzo e cena.

 

17 Marzo – Petra / Wadi Rum / notte sotto le stelle

Colazione in hotel. Mattinata dedicata ad un’escursione in fuori strada attraverso le gole di Wadi Rum, in pieno deserto rosso giordano con la possibilità di osservare i luoghi dove solo i beduini osavano insediarsi. Antico luogo di passaggio delle carovane che, cariche di merce preziosa, dalla penisola arabica si spostavano verso Nord per raggiungere i porti del Mediterraneo. La sua bellezza è caratterizzata da montagne segnate dal tempo, da letti di antichi lagni oramai prosciugati e da altissime dune di colore rosso intenso. In questi luoghi il ricercatore italiano Professor Barzatti, ritrovò dei reperti del più antico alfabeto che conosca, il Tamudico, risalente a 6.000 anni fa. Numerose inoltre sono le incisioni e le pitture rupestri scolpite nelle rocce della famosa “Valle della Luna”. Escursioni in jeep 4×4 per 2 ore. Pranzo in corso di escursione; cena e pernottamento in campo tendato nel deserto.

Sistemazione presso il Sun City Camp, cena e pernottamento.

Trattamento: prima colazione, pranzo e cena.

 

18 Marzo – Mar Morto

Colazione in hotel. Proseguimento verso il Mar Morto per godere delle sue acque curative. Giornata a disposizione per attività individuali dedicate al relax. Il Mar Morto è il punto più basso della terra, con i suoi 423 mt sotto il livello del mare è posizionato sulla frontiera occidentale della Giordania. L’acqua salata ricca di minerali, i fanghi e le sorgenti termali rappresentano una cura naturale per il corpo e lo spirito.

Trattamento: prima colazione, pranzo e cena.

 

19 Marzo – Mar Morto / Al Salt / Amman /Italia

Colazione in hotel. Incontro con la guida e partenza alla scoperta di Al Salt, situata 30 km a ovest di Amman. Cittadina antichissima, è stata uno degli insediamenti più importanti nella regione compresa tra la Valle del Giordano e il deserto orientale: considerato il suo passato di importante collegamento commerciale tra il deserto orientale e l’occidente, ha rivestito un ruolo fondamentale per i molti governatori della regione. Romani, Bizantini e Mamelucchi hanno tutti contribuito alla crescita della città, ma solo alla fine del XIX e all’inizio del XX Secolo, sotto il dominio Ottomano, Al-Salt ha vissuto il suo momento più prospero. Con il crescere del prestigio della città, vi giunsero molti mercanti che, con le ricchezze accumulate, costruirono le splendide dimore che è ancora possibile ammirare. Arroccata su tre colline, la cittadina vanta numerose altre attrattive, tra cui le tombe romane alla periferia della città e la Cittadella, sede della fortezza ayyubida del XIII secolo. L’escursione prevede un tour a piedi di circa 2 ore durante il quale si visitano gli edifici e le chiese tipiche, si può pregare nella Chiesa ortodossa, uno dei santuari più antichi e sacri di Giordania, e si percorre la strada più antica della città, al-hammam, una strada stretta dove non sono ammesse auto e troverete diversi negozi tradizionali. Pranzo tipico in compagnia di una famiglia locale, per immergersi totalmente nella realtà della cittadina. Trasferimento infine all’aeroporto internazionale Queen Alia.

Trattamento: prima colazione e pranzo

 

Nota: tutte le visite menzionate nel programma sono garantite ma potrebbero subire delle variazioni nell’ordine di effettuazione per ragioni tecniche.

 

Quota di partecipazione per persona in camera doppia PREZZO FINITO € 1595
Supplemento per “Martian Tent” al Sun City Camp per persona € 110
Supplemento camera singola € 390

Quota gruppo confermata con minimo 15 partecipanti

 

LE QUOTE COMPRENDONO:

  • Navetta A/R da Verona/Belluno all’aeroporto di partenza
  • Biglietto aereo con compagnia low cost (no business class disponibile) – QUOTA VOLO NON OPZIONABILE E DINAMICA; suscettibile di variazione fino alla conferma effettiva del partecipante, al viaggio di gruppo
  • Tasse aeroportuali
  • Visto Giordania (si richiede la copia del passaporto ad un mese dall partenza)
  • 6 pernottamenti in Hotel 4* come da programma
  • 1 notti in campo tendato come da programma
  • Pasti come da programma con acqua minerale inclusa
  • Guida locale parlante italiano dal 1° al 8° giorno
  • Trasferimenti in bus per tutta la durata del tour
  • Visite e ingressi come da programma
  • Cavalcata a Petra per 800 mt, dal centro visitatori fino al Siq
  • Safari in Jeep 4×4 nel deserto Wadi Rum
  • Assicurazione Unipol medica fino € 10.000 e OPTIMAS annullamento per motivi certificabili (escluso: malattie pregresse o croniche)
  • Accompagnatore Capricci Viaggi

 

LE QUOTE NON COMPRENDONO:

  • Assicurazione medica integrativa con estensione spese mediche fino a € 200.000: € 57,50 per persona
  • Test PCR da effettuarsi prima della partenza entro 72h dall’imbarco
  • Test PCR da effettuarsi all’arrivo in Giordania (circa 40 USD)
  • Test antigienico o PCR da effettuarsi prima del rientro in Italia, entro 48h dall’imbarco
  • Mance e facchinaggio
  • Bevande non indicate in programma
  • Extra in genere
  • Tutto quanto non espressamente indicato

 

DOCUMENTI
PASSAPORTO: necessario con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’ingresso nel Paese.

Visto d’ingresso: Ai viaggiatori di nazionalità italiana, così come ai visitatori della maggior parte dei paesi, viene richiesto un visto d’ingresso.

Rischi Sanitari
L’acqua del rubinetto in Giordania è in genere abbastanza sicura, ma durante un viaggio breve vale la pena di utilizzare solo acqua imbottigliata, o consumare bevande calde. Consigliamo di portare anche una piccola farmacia di viaggio e, qualora non inclusa nel vostro pacchetto di viaggio, di stipulare un’assicurazione sanitaria.

Clima e Ambiente
Calde e secche le estati con temperature fino ai 49° gradi nella Valle del Giordano, più miti ad Amman e Petra. Le precipitazioni sono trascurabili, gli inverni sono brevi ma freddi e in qualche caso si registrano nevicate anche a Petra. I due periodi migliori per visitare la Giordania sono l’autunno (da settembre a novembre) e la primavera (tra marzo e maggio). In questo periodo le temperature sono gradevoli ed i venti non troppo freddi, ma alcune zone del Paese sono piacevoli da visitare anche in altri periodi dell’anno.

Abbigliamento
Comodo e informale. Per le visite in città, specie per i luoghi di culto, un abbigliamento appropriato è indispensabile (calzini, abiti con maniche e pantaloni lunghi). Durante la stagione invernale una giacca a vento per ripararsi dal vento e dalla pioggia è utilissima specialmente nella parte nord del Paese dove il clima è più freddo. Nei rimanenti periodi dell’anno da non dimenticate un paio di pantaloni leggeri, pantaloni corti, qualche maglietta e camicia, scarpe robuste per le camminate, sandali e ciabatte di gomma.

Fuso Orario
Lancette avanti di un’ora tutto l’anno poiché anche la Giordania adotta l’ora legale nello stesso periodo dell’Italia.

Telefono
Per chiamare l’Italia: 0039 seguito dal prefisso della città con lo zero e dal numero dell’abbonato. Le chiamate internazionali dagli alberghi costano notevolmente di più rispetto a quelle effettuate da un telefono a scheda. Il codice internazionale per la Giordania è 00962 seguito dal prefisso della località prescelta senza lo zero e dal numero desiderato.

Elettricità
In Giordania il voltaggio è di 220 volt, le prese di corrente sono di tipo europeo a doppio ingresso, ma in alcune zone meridionali, come ad esempio ad Aqaba, si trovano spesso quelle a tre spinotti di tipo inglese. Consigliabile quindi munirsi di un adattatore prima della partenza.

Lingua
L’arabo. E’ diffusa, nelle zone turistiche, la conoscenza della lingua inglese.

Valuta e Suggerimenti

Dinaro Giordano (1 EURO = circa 0,86 DINARI)
Non dovreste avere problemi a cambiare qualsiasi tipo di valuta forte in Giordania, così come le valute dei paesi vicini. La più accettata è il dollaro americano, seguito a ruota dalla sterlina inglese e dall’euro. Se vi capita un buon tasso di cambio fuori dal paese, comprate, poiché potete importare quanta valuta giordana volete. È possibile ricambiare dinari in valuta straniera, ma dovete mostrare una ricevuta per provare che avete cambiato valuta straniera in dinari in una banca della Giordania. I tassi di cambio delle banche sembrano leggermente più vantaggiosi di quelli dei cambiavalute, ma la differenza è trascurabile a meno che non intendiate cambiare una grossa cifra. Quasi tutti i grandi hotel cambiano denaro (spesso solo per gli ospiti) ma i tassi sono un po’ più svantaggiosi. Ci sono piccole filiali delle banche più grandi ai punti di frontiera e negli aeroporti.
Gli sportelli bancomat si trovano un po’ ovunque in Giordania, eccezion fatta per le cittadine più piccole. Non ci sono commissioni per i prelievi tramite carta di credito, ma il limite massimo giornaliero è JD500, a seconda di quale carta avete. Ogni banca espone dei cartelli in inglese con scritto quali carte sono accettate, ma in genere la più comune è Visa, seguita da MasterCard. Altre carte come Cirrus e Plus sono accettate da molti bancomat (ad esempio quelli della Jordan National Bank e della HSBC). Le carte di credito principali sono accettate ance dagli alberghi e dai ristoranti di lusso, dalle agenzie di viaggi, i grandi negozi di souvenir e le librerie. Tuttavia, assicuratevi sempre di chiedere se vi verrà applicata una commissione pagando con la carta.
Mancia
Le guide in Giordania si aspettano una mancia che, tra l’altro, fa parte della tradizione locale. Raccomandiamo circa 40 euro per passeggero per i programmi da 8 e 7 giorni e 25 euro per passeggero per i programmi da 5 giorni. Le mance sopra citate sono per guida, autista, camerieri, personale negli hotel e nei ristoranti oltre che per il driver nel Wadi Rum. E’ di solito la guida che provvede ad erogarle. Proprio per questo succede che, talvolta, tali mance potrebbero essere richieste dalla guida all’arrivo in Giordania proprio per permettergli di girarle a sua volta ai vari soggetti interessati man mano che ce n’è bisogno.

Cultura
In Giordania non ci sono molte tracce della musica tradizionale araba, ma ovunque andiate troverete cantanti arabi accompagnati da orchestre che suonano strumenti occidentali accanto a quelli tradizionali. I beduini sono ancora legati alle loro tradizioni musicali: spesso gruppi di uomini che cantano come in preda a uno stato di trance accompagnano una solitaria danzatrice del ventre.
L’ospitalità è una pietra miliare della vita araba. È usanza diffusa tra le famiglie giordane, in particolare tra gli abitanti del deserto, dare il benvenuto agli estranei invitandoli nelle loro case. La tradizione si è sviluppata a causa dell’asprezza della vita del deserto: senza cibo, acqua e un rifugio dove ripararsi, la maggior parte dei viaggiatori del deserto morirebbe. Ovunque andiate in Giordania sentirete pronunciare la parola ‘Benvenuto’, e sarete invitati spesso nelle case per un piatto di cibo o una tazza di tè.
L’Islam è la religione predominante della Giordania: si tratta di una religione monoteistica, il cui libro sacro è il Corano. Ogni giorno, cinque volte al giorno, i musulmani sono chiamati alla preghiera dai minareti delle moschee che punteggiano il paese. L’Islam deriva dalle stesse radici monoteistiche dell’ebraismo e del cristianesimo, e i musulmani in genere guardano con rispetto cristiani ed ebrei: nell’Islam Gesù è considerato uno dei profeti di Allah, e gli ebrei e i cristiani sono considerati quasi dei ‘cugini’. Maometto fu l’ultimo profeta e fu a lui che Allah dettò il Corano. La maggior parte dei musulmani giordani, compresi i circassi che non sono di origine araba, appartengono al ramo sunnita dell’Islam. I circassi, così come l’altra minoranza giordana, i ceceni, sono originari della zona caucasica della Russia.
La legge islamica proibisce il consumo di alcol e di carne di maiale: viene rispettata in maggiore o minore misura (in genere, minore) in tutta la Giordania. L’islamismo ha anche la tendenza a separare i sessi, sicché vi potrà capitare che in molti locali siano accettati solo uomini; in quegli stessi locali, se lo chiedete, vi verrà indicata la ‘stanza della famiglia’, una zona a parte dove siedono le donne.

Cucina
Quando i giordani vanno a mangiare fuori, in genere ordinano piatti comuni che condividono: una serie di mezzeh, o stuzzichini, seguiti da altri piatti principali da consumare insieme. Il pane arabo non lievitato, o khobz, si mangia quasi con tutto. I piatti più diffusi sono i falafel, polpettine di ceci fritte in abbondante olio bollente, lo shwarma, pezzi di agnello sistemati su uno spiedo verticale, e il fuul, un impasto cremoso a base di fave, aglio e limone. La mensaf è invece una specialità beduina: un agnello intero, steso su un letto di riso e pinoli.
Molti gli antipasti, tra i quali una sorta di paté di ceci chiamato humus, o la tahina. Ci sono poi sfogliate calde ripiene di formaggio, i borek, ed i kibbeh polpettine d’agnello con pinoli e grano saraceno, e anora, tra gli altri piatti, lo shinklish formaggio di capra servito con timo, pomodoro, paprika olio d’oliva. Da provare anche le ottime melanzane o zucchine ripiene di carne e, tra le insalate, il fattoush composto di prezzemolo, insalata e cipolle dolci. L’agnello costituisce l’alimento principale della cucina con i tradizionali kebab, spiedini alla brace accompagnati da verdure. I dolci sono una passione giordana specie con il miele e lo sciroppo

OBBLIGHI GENERALI

Per chi viaggia con mezzo aereo verso la Giordania, per ricevere la carta di imbarco è necessaria la registrazione sulla piattaforma https://www.gateway2jordan.gov.jo/form/ (a seguito della quale si riceverà via mail un codice da mostrare al check-in) e compilare e consegnare al banco del check-in un formulario reperibile al seguente link https://www.carc.jo/images/COVID19/Declaration-Form.pdf.

Sulle piattaforme sarà possibile anche inserire i dettagli di una eventuale vaccinazione effettuata che esenta dal tampone PCR in arrivo. Sono accettati vaccini effettuati in Arabia Saudita, Oman, Bahrain, Kuwait, Qatar, EAU, Tunisia, Marocco, USA, UK, Paesi dell’Unione Europea (inclusa l’Italia), Turchia, Cina, Corea del Sud, Taiwan, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Malesia, Russia e Canada.

Per i non giordani è richiesta l’assicurazione sanitaria che copra la durata del soggiorno.

Qualsiasi viaggiatore che fornisca informazioni false o scorrette può essere soggetto a una multa fino a un massimo di 10.000 JOD.

 

ADEMPIMENTI RICHIESTI PER L’INGRESSO NEL PAESE

A partire dal 20 gennaio 2021 è possibile fare ingresso nel Paese a condizione di:

– disporre di un risultato negativo di un test PCR effettuato con esito negativo nelle 72 ore prima della partenza;

– effettuare un secondo test PCR a proprie spese all’arrivo in aeroporto.

Nel caso in cui entrambi i test PCR diano esito negativo, non sarà necessario sottoporsi ad isolamento dopo l’arrivo nel Paese. In caso di esito positivo, occorrerà trascorrere un periodo di 7 giorni di quarantena ed effettuare un ulteriore test a proprie spese al settimo giorno. I bambini sotto i 5 anni di età sono esentati dal PCR.

 

PER INFORMAZIONI:
📞 Capricci Viaggi Verona: 045/8550607
📞 Capricci Viaggi Borgo Valbelluna (BL): 0437/555435

📱 Whatsapp: 045/8550607